“Repetita iuvant”, ovvero l’arte del trasloco

MA viene spesso definita “un animo in pena”, lei preferisce la definizione “un animo curioso”, ma la sostanza non cambia: ogni 2/3 anni MA fa le valige e trasloca da qualche parte!!!

Questa volta il salto è ancora più grande, perché dopo Lisbona, Catanzaro, Milano e Genova arriva l’Australia 😉

image
Il primo round verso la casa in montagna

Se traslocare da soli è stressante, farlo con I figli è davvero un impegno enorme perché alla fatica fisica dell’inscatolamento e della gestione dI tutta la casa si unisce il peso psicologico della gestione delle paure ed ansie dei bambini che non capiscono tutto il trambusto che li circonda e tendenzialmente reagisco in due modi (almeno le mie figlie): faticano a dormire e non mI mollano più!

Esperienza di Pancia:

Il primo trasloco da mamma è avvenuto quando 2G aveva solo 6 mesi e devo ammettere che lei non se n’è quasi accorta…io si ma questo è un altra storia!

Al secondo trasloco 2G aveva 2 anni e mezzo e nonostante fosse “solo” un cambio di casa e quartiere a Genova, la sua reazione è stata molto forte, con crisi di abbandono, risvegli in piena notte, 2G che entrava negli scatoloni e non voleva più uscire…MA avrebbe voluto picchiare la testa contro gli spigoli.
Alla fine abbiamo accelerato il più possibile il passaggio in casa nuova ed appena ci siamo spostati 2G è tornata per magia la bambina di prima!

Ora siamo al terzo trasloco da mamma e le figlie sono due.
MA visti I precedenti di 2G e la sua estrema sensibilità era assai preoccupata per la primogenita, mentre riteneva che 3G con I suoi “soli” 19 mesI ma soprattutto con il suo carattere solare e leggero non se ne sarebbe nemmeno accorta…
Grave errore: complici 3 amabili canini che stanno spuntando in contemporanea, 3G è rognosissima, non mi lascia nemmeno un istante ed entra in panico appena mi vede aprire un armadio!!!

I miei trucchi?
Tanta ma taaaaaanta pazienza e rendere le bimbe il più partecipI possibili.

Con 2G è più semplice per il fatto che ormai ha 5 anni. Stiamo leggendo libri sul tema trasloco, studiando il mappamondo e l’Atlante dei Piccoli, preparando un collage sull’Australia e sfogliando I depillantes che mi sono fatta dare in agenzia di viaggio.

Con 3G non posso fare altro che mostrarmi serena (aaaaahhhhh!), rassicurarla e spiegarle ciò che sta succedendo…e fare le scatole quando lei non mi vede…facile no?!?

E per chi ha voglia di seguire le mie avventure downunder ecco l’indirizzo del mio secondo blog ParliamodiAustralia e la mia presentazione sul bellissimo sito Amiche di Fuso

Appena avrò un attimo proverò a fondere I due blog…o forse no, non ho ancora deciso! Voi che ne dite?

Libri utili sul tema trasloco e grandi cambiamenti:
– “La casa sull’albero
– ” La tempesta” editore Babalibri
– “La casa più grande del mondo” Babalibri
– “Il mio vicino è un cane
Atlante Touring per i più piccoli

Annunci

4 pensieri su ““Repetita iuvant”, ovvero l’arte del trasloco

    1. Ce la farai tranquilla…e se perdi qualche pezzo te lo riassumo via what’s up!!!! 😉 Non lo voglio assolutamente perdere il nome ParliamodiViola. Sto pensando a qualcosa tipo ParliamodiViola in Australia, ma devo ancora capire come si fa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...