Saremo mamme per sempre…rallentiamo!

Premessa:
Un giorno mentre mi cambiavo dopo la piscina, come sempre di corsa spalmandomi la crema corpo a “mille all’ora” invece che con rilassanti massaggi, mi accorgo che vicino a me un’altra mamma riusciva a fare “di meglio”: mentre si cambiava, si incremava, sistemava la borsa etc etc, discuteva al cellulare con la figlia di 7 anni su dove incontrarsi dopo la scuola per portarla a danza ed incastrare anche il recupero e la partita di calcio del fratello!!!
In quel momento mi si è accesa una lucina: avrò sempre mille cose da fare e sarò per sempre in sbattimento, tanto vale provare a rallentare, escogitare dei modi per ottimizzare il mio tempo e godermi il presente!!

Esperienza di pancia:
Come avrete capito MA è di indole iperattiva e con la nascita di 2G era diventata una trottola impazzita!
Quando 2G era neonata, appena finita la mitica tetta-nanna, si tuffava subito a cercare di arginare il delirio in casa, a lavorare col pc ed in un attimo 2G si era già svegliata per la poppata successiva o altro!
Poi è arrivato lo svezzamento e allora di corsa a far la spesa, brodi, verdure, tritare etc, che si sommava a tutte le altre attività!
Poi 2G ha iniziato a camminare, poi i capricci e così via via all’infinito ;)!

Pillole di consapevolezza:
– accettare che fare la mamma è un lavoro super full-time: non si può fare tutto quello che si faceva prima + fare la mamma 😉
– imparare a chiedere aiuto e soprattutto a farsi aiutare!
Per esempio far fare una lavatrice alla suocera, chiedere agli amici di portare una pizza per cena o a un’amica di vuotare la lavapiatti!
Consiglio il primo mese, specialmente al primo figlio, di farsi aiutare per qualche ora al giorno da una Puericultrice professionista.
In questo modo si può avere supporto in tutte le faccende pratiche di cura del neonato (allattamento, pulizia cordone ombelicale, primi bagnetti etc) ed il tempo di uscire a bere anche solo un caffè in tranquillità o farsi un bel riposino! Il modo migliore è chiedere qualche nominativo al nido dell’ospedale dove si partorisce.
E’ indubbiamente una bella spesa, ma ne vale pena, più di tanti passeggini super tecnologici!
In Olanda questo tipo di assistenza viene erogato dal Sistema Sanitario Nazionale (come l’ostetrica dedicata per gravidanza e parto); in Italia purtroppo siamo distanti anni luce da questa sensibilità verso le neomamme.
– imparare ad ascoltare i consigli, anche se dopo una notte in bianco è dura attivare il moneurone rimasto, ma può essere utile!

Stratagemmi salvatempo:
– cucinare la sera prima per il giorno dopo (sembra banale ma MA non c’era ancora arrivata ed il tempo che veniva pronta una banale pasta, 2G voleva di nuovo la tetta!). Fantastico il riso basmati, farro o orzo con le verdure più varie, ma anche insalata di pollo, tortini e chi più ne ha più ne metta!
Perché una mamma deve mangiare e se riesce a mangiare bene è anche meglio!
– fare la tisana dell’allattamento per tutto il giorno e metterla nel thermos perché rimanga calda.
– preparare delle liste per esempio della spesa o di vestiti ed accessori vari da mettere in valigia e fotocopiarle: MA in questo modo coglie al volo chiunque le dica: “vuoi che ti compro qualcosa?” ed affronta in modo più razionale i mini “traslochi” da partenza con bambini…perché ai viaggi proprio non rinuncia!
Ha anche la “passione” per i traslochi veri, ma questa è un’altra storia 😉

image
"Le valige per un mesetto in montagna!"

E quando non mi riesco a fermare e giro per casa come un “orso in gabbia” facendo mille cose insieme e di corsa…c’è 2G che mi dice: “Mamma, ma perché corri?” e con la sua disarmante semplicità mi riporta alla realtà ;)!

PS: altre strategie salvatempo sono sempre molto gradite…

Annunci

5 pensieri su “Saremo mamme per sempre…rallentiamo!

  1. dire che hai ragione su tutto è talmente superfluo che mi astengo. ma almeno tu riuscivi a darti la crema, io manco quella :(((

    scherzi a parte, è vero, in Olanda il tutto è erogato dal sistema nazionale, ma anche perché non c’è la cultura di partorire in ospedale ma IN CASA!! visto che essere incinta non significa essere malate… lo so perché un’amica italiana si è trovata a vivere quest’esperienza ad A’dam, ma lei (e io con lei) era esterrefatta e preoccupatissima di non avere un supporto ospedaliero (infatti poi all’ultimo è andata a partorire a Bruxelles…)

    ESTREMI, sempre oggetto di choc culturali 😉

    p.s. me la presti 2G qualche giorno? chissa che non riesca a convincere anche me a performare un po’ di meno O_O

      1. Eh eh eh!!! Se penso alla mia mamma che ancora adesso se passa una nuvola mi dice: “non prenderai freddo, mettiti una felpina”… penso proprio che il cordone ombelicale che ci lega ai nostri figli rimarrà per sempre!

    1. Ti dirò, io ho travagliato a casa tante ore con la mitica ostetrica E. per la nascita di 3G dopo un primo cesareo e mi sono sentita più serena che in un famoso ospedale per la nascita di 2G! C’è da dire che mi ero preparata all’evento per più di un anno tipo santone indiano!!! Ma arriverà un bel post anche su quest’avventura!
      I bambini sanno essere davvero fantastici, così lineari e senza filtri, dei grandi maestri di vita se li si impara ad ascoltare.

  2. imparare a delegare….sembra facile ma noi mitiche mamme italiane mica ne siamo capaci!!! meno male che l’evoluzione ci ha selezionato per essere multitasking!!!
    anche io adotto alcuni stratagemmi salva-tempo: alla sera cucino sempre quantità extra-large, così ne avanza per il pranzo successivo, cerco di ottimizzare la spesa 2 volte alla settimana (anche se adoro perdermi tra i banchi del mercato), cucino e surgelo in quantità. tanto che ho fatto comprare ai miei un freezer a pozzetto dove c’è ogni ben di dio…. prima di partorire avevo stivato pasti per un reggimento!!!
    ottimo il consiglio di chiedere aiuto a puericultrice professionista i primi giorni, anche perchè lei è in grado di impostare al meglio alcune delle fasi più delicate: allattamento, bagnetto, pulizia. io ho sfruttato la mitica ostetrica E. e ne sono contentissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...